Austria - Villach

Emozioni nel magico mondo dei "Mushers", conducenti di slitte con i cani

  • Viaggi a Tema
  • Soggiorno + escursioni , Minitour
  • 3 giorni / 2 notti

Vivi un'esperienza unica a contatto con la natura e gli animali, tra Friuli Venezia Giulia, Austria e Slovenia.
Quello che vi proponiamo è un tour di 3 giorni adatto a chiunque sia dotato di un minimo di forma fisica ed amore per gli Animali e per la Natura.
Inizierete il tour nel Paese di Kranjska Gora, situato nell'alta valle della Sava.
Il secondo giorno vi recherete presso la Scuola Internazionale Mushing SIM, un' Associazione Sportiva Dilettantistica riconosciuta dal Comitato Olimpico Italiano e dalla Federazione Italiana Musher Sleddog Sport, presso il loro centro potrete provare l'emozione di condurre una slitta trainata da cani.
Visiterete poi Villach,
antica città austriaca sul fiume Drava, sotto i versanti settentrionali delle Alpi Carniche,
L'ultimo giorno sarà dedicato al monte Lussari, all’estremo nordest dell’Italia, con il suo santuario che può a ragione definirsi europeo, perché è meta di pellegrinaggi dei tre popoli: latino, germanico e slavo.

Dettagli

1° giorno: Kranjska Gora

Arrivo della Vostra comitiva nel primo pomeriggio a Kranjska Gora. Il paese è situato nell'alta valle della Sava, un tempo denominata Gornjesavska Dolina, e oggi nota semplicemente come Dolina.
Veduta del Monte Razor (a sinistra) e del Monte Prisani (Prisojnik) (a destra) dal lago Jasna. Posizionata all'estremo nordovest della Slovenia, al confine con Italia e Austria, la valle è delimitata a nord dalle Caravanche e a sud dalle cime più elevate delle Alpi Giulie. A est, il territorio confina con quello di Jesenice, dove la valle si apre verso quella del Radovljica, mentre a ovest, in prossimità di Rateče segue abbastanza fedelmente lo spartiacque tra la Sava e il torrente Slizza, subaffluente della Drava. Inoltre, Kranjska Gora è delimitata a nord dal Wurzenpass, che collega Podkoren al comune austriaco di Arnoldstein, in Carinzia, mentre a sud, tramite il passo della Moistrocca (Vršič), è connessa con Trenta, frazione di Plezzo, nel goriziano sloveno.
Da visitare:
- Cascata Peričnik: originata per effetto della glaciazione della Valle di Vrata, è composta da due dislivelli di 52 e 16 metri.
- Cascate di Martuljek: le acque del torrente Martuljek, che discendono una parete di 110 metri in tre discontinuità, costituiscono la cascata superiore di Martuljek (Zgornji Martuljkov slap), ai cui piedi il torrente percorre una gola lunga 500 m, per dare origine a un'altra cascata dal dislivello di 50 m, denominata Spodnji Martuljkov slap, o cascata inferiore di Martuljek, per proseguire per ulteriori 400 m nell'omonima gola inferiore, scavata nella roccia calcarea. La cascata è compresa nel Parco Nazionale del Tricorno dal 1981, insieme al gruppo montuoso del Martuljek (o Spik), proclamato parco naturale nel 1949.
- Monumento a Jakob Aljaž, una statua che ritrae Jakob Aljaž (1898 - 1927), compositore, alpinista e parroco di Dovje, nei pressi di Mojstrana. Noto per le sue idee progressiste, fu fautore della costruzione dell'acquedotto del paese e della ristrutturazione della chiesa di San Michele, oltre che fondatore della Casa della cultura.
- Casa di Liznjek: situata nel centro di Kranjska Gora, fu residenza di ricchi possidenti, costruita intorno alla metà del XVII secolo e ristrutturata nel Settecento e alla fine dell'Ottocento. L'edificio ospita la raccolta etnografica e l'esposizione permanente inerente alla vita e le opere di Josip Vandot, autore di romanzi per bambini.
- Cappella russa: costruita tra il 1916 e il 1917 dai prigionieri russi, durante la Prima guerra mondiale. L'edificio reca due torrette dal caratteristico stile russo, mentre nelle vicinanze furono sepolti i trecento caduti russi, colpiti da una slavina nel corso del conflitto.
- Chiesa della Madonna dell'Ascensione: l'edificio attuale, in stile tardo-gotico, fu eretto nel 1570 da Jernej Firtaler (proveniente da Villaco) sulla base dell'originaria chiesa romanica dedicata alla Madonna sulla Ghiaia bianca, della quale si è conservato soltanto il campanile. All'interno della chiesa, l'influsso carinziano è evidente soprattutto nell'arco della navata, sorretto dalle colonne interne e ornato da un intreccio di costole.
- Dreiländereck: è la triplice frontiera che divide Italia (Tarvisio), Austria (Arnoldstein) e, appunto, Slovenia.


In serata sistemazione in hotel in una località del Tarvisio, cena e pernottamento.


2° giorno: Tarvisio “Nel magico mondo dei “Mushers” imparare a guidare la slitta con i cani" - Villach

Prima colazione in hotel e partenza per Tarvisio:
Lezione // escursione base invernale su neve per principianti (breve approccio al nostro Sport) della durata totale di 30 minuti che includono la lezione teorica iniziale di guida + la preparazione di una slitta con numero adeguato di Cani + escursione alla guida di una slitta da soli assistiti a distanza dal nostro Staff nell’ anello Scuola per principianti + attività finali con i Cani dopo l’arrivo.

Partenza per Villach e pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio visita della città di Villach Antica città sul fiume Drava, sotto i versanti settentrionali delle Alpi Carniche, Villach è un’incantevole città della Carinzia nell’Austria meridionale. Ricca di cultura e di storia, richiama ogni anno migliaia di visitatori allettati non solo da una vacanza in città, ma soprattutto dalle numerose possibilità che offrono le vicine montagne, i laghi e i suoi centri termali.
Il periodo ideale per un viaggio a Villach è quello tra la primavera e l’autunno, mentre il periodo invernale, soprattutto il mese di dicembre, regala alla cittadina un’atmosfera unica, quando le vie e le piazze sono piene di luci dei mercatini di Natale.
Una volta arrivati a Villach seguendo il corso del fiume Drava, superato l’antico ponte, si accede al centro storico della città. Da qui inizia la nostra passeggiata fino a giungere nell’immensa Hauntplaz, con numerosi negozi, ristoranti, bar e hotel, luogo ideale dove riposarsi o mangiare gustosi piatti. La piazza in realtà è un lungo spazio più simile a una via – come spesso accade nelle città austriache – ornata da una colonna della Trinità e fiancheggiata da antichi palazzi con le tipiche finestre sporgenti. Di grande interesse è l’Hotel Post, sede della stazione postale in epoca asburgica, con la sua facciata rinascimentale bianca e logge in pietra scolpita, e la Paracelsushouse, casa del 400 in cui abitò lo scienziato Paracelso, celebre medico, naturalista e filosofo che visse a Villach in giovane età. Percorrendo la piazza si incontra la chiesa di St. Jakob, uno dei monumenti religiosi più belli della città. In chiaro stile gotico, costruita intorno al XV secolo, esternamente si presenta con una massiccia torre a guglia nella facciata, mentre all’interno si trovano dei preziosi affreschi e dipinti. Vale la pena salire sul campanile, il più alto della Carinzia, per godere di una fantastica vista sulla città. Nei dintorni non perdete lo Stadtmuseum, in cui sono custodite alcune opere, documenti e cimeli di Paracelso, oltre a diversi reperti archeologici di epoca preistorica e romana, una farmacia antica e oggetti d’arte del XV secolo. Altri musei da visitare a Villach sono il Fahrzeugmuseum, che ospita una vasta collezione di veicoli d’epoca della metà del Novecento, e la chiesa di Santa Croce (Kreuzkirche), nei pressi del fiume Drava, costruita in stile barocco da Andreas Siegel nel Settecento. In direzione del lago Ossiach, nella zona a nord est, su un colle panoramico di grande bellezza che domina sulla città, si trova il pittoresco e imponente Castello di Landskron. Costruito nel 1351, conserva ancora un antico fascino, circondato da mura con torri di guarda e un bastione. La principale attrazione del castello di Landskron è l’Adler Arena, uno spazio esterno nella quale si tengono spettacoli con diverse specie di uccelli rapaci: grifoni, falchi pellegrini, gufi e splendidi esemplari di aquile, che provocano stupore e meraviglia nei visitatori. Alle pendici del castello si trova il Monkey Mountain, sorto nel 1996: è uno zoo all’aperto, il più grande dell’Austria, con circa 152 macachi giapponesi che vivono liberi in un habitat naturale molto vasto. È possibile fare il tour guidato per la montagna, di circa 30 minuti, per osservare da vicino il comportamento di queste simpatiche creature. Da Villach, inoltre, si possono raggiungere i laghi alpini, come il Faaker See, ossia il lago Faak, dall’atmosfera quasi paradisiaca e dalle acque turchesi, divenuto meta molto apprezzata dalle famiglie, o quello di Ossiach, uno dei maggiori laghi della Corinzia, le cui acque tiepide e le montagne circostanti costituiscono una notevole attrazione turistica soprattutto per i visitatori in cerca di divertimento. Infatti, gli operatori turistici presso il lago di Ossiach offrono diverse attività: sport acquatici, gite in barca, escursioni in giro per il lago a piedi o in bicicletta. Villach non attrae solo per i laghi, le montagne e gli itinerari storico-culturali, ma si distingue anche per l’offerta turistica nel settore del wellness e del benessere con le nuovissime terme di KärntenTherme a Warmbad Villach, dove piscine e scivoli acquatici promettono puro divertimento e attività di intrattenimento per i bambini. Nei pressi, c’è anche la famosa località termale di Bad Bleiberg: qui l’acqua sgorga dalle sorgenti ad una temperatura piacevolmente tiepida regalando momenti di benessere e relax tutto l’anno.


Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno: Monte Lussari e il Santuario

Prima colazione in hotel e partenza per Monte Lussari.
Per secoli, le cime più orientali delle Alpi sono state il confine naturale tra il mondo latino, quello germanico e quello slavo. Oggi, in tempo di pace, parlano ancora le lingue di tutte queste popolazioni e sono terra di incontro e di amicizia. Ne è simbolo il monte Lussari, all’estremo nordest dell’Italia, con il suo santuario che può a ragione definirsi europeo, perché è meta di pellegrinaggi dei tre popoli. Secondo un’antica tradizione, il santuario ebbe origine nel 1360 in seguito a una serie di fatti miracolosi: un pastore trova le pecore del proprio gregge inginocchiate attorno a un cespuglio e con grande meraviglia si accorge che al centro del cespuglio c’è la statuetta di una Madonna col Bambino.
Il pastore la consegna al parroco di Camporosso, ma la mattina seguente la statua viene ritrovata di nuovo sul Lussari, sempre attorniata dalle pecore inginocchiate. L’episodio si ripete una terza volta. Il patriarca di Aquileia, informato del fatto, ordina che sul luogo venga costruita una cappella. Della cappella originaria non vi sono più tracce; l'edificio attuale è il risultato di ricostruzioni e ampliamenti di un edificio del XVI secolo.
Il santuario è raggiungibile a piedi, attraverso il suggestivo Sentiero del Pellegrino che si snoda tra i boschi della foresta di Tarvisio, oppure con la telecabina che parte da Camporosso (da Camporosso sentiero CAI 613, 1000mt di dislivello ca., risalita 2 ore e 30 minuti ca.).

Indicazioni per l'attività: L'abbigliamento consigliato in Inverno è quello classico da sci con tuta intera, oppure pantaloni e giacca a vento sufficientemente caldi, guanti, berretto e scarpe tipo doposci o trekking - non ingombranti (sconsi gliamo i Moon Boot ingombranti) - per permettere di muoversi agilmente sulla neve.

Date e prezzi
Prezzo
dal 01/04/22 al 30/10/22
Chiusura stagionale
---
Incluso/Escluso

Il prezzo è indicativo e a partire da, varia in base al numero di persone.
1 gratuità in doppia ogni 25 persone paganti!

E' possibile raggiungere la destinazione con mezzi propri oppure con mezzi dalla propria città prenotati da noi per voi.

Chiedi una quotazione personalizzata al tuo consulente!

La quota comprende:
- 2 mezze pensioni in hotel
- Sistemazione in hotel in camere doppie con servizi
- 1 pranzo in ristorante a Villach
- Lezione // escursione base invernale su neve per principianti (breve approccio al nostro Sport) della durata totale di 30 minuti che includono la lezione teorica iniziale di guida + la preparazione di una slitta con numero adeguato di Cani + escursione alla guida di una slitta da soli assistiti a distanza dal nostro Staff nell’ anello Scuola per principianti + attività finali con i Cani dopo l’ arrivo + assicurazione
- Trasporto in telecabina andata e ritorno per il Monte Lussari

La quota non comprende:
- Extra, bevande, ingressi, pullman, guida e quanto non convenuto
- Supplemento camera singola
- Supplemento periodi ponte (a richiesta)
- Eventuali tasse di soggiorno comunali, a persona, da pagarsi direttamente in hotel
- Assicurazione annullamento e covid plus facoltative su richiesta


Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!